Novità: in caso di cancellazione del volo legata al COVID-19, puoi avere il rimborso del costo del biglietto in denaro. Ottieni rimborso
Torna alle notizie

Tecnologia a servizio dei passeggeri

9 miliardi di dollari stanziati per la spesa IT degli aeroporti 

Tra le nuove tendenze 2016 degli aeroporti: self service check in, nuove app per informazioni e servizi ed incremento di misure di sicurezza antiterrorismo per prevenire cyber attacks. 

self check in all'aeroporto

Le ultime notizie sulle tendenze degli aeroporti di tutto il mondo arrivano da una recente ricerca SITA, in collaborazione con l’Airports Council International (ACI). Quanto emerge è che i passeggeri sono sempre  più abituati al self service check in anche per l’imbarco bagagli. Così, diminuiscono lunghe code e tempi d’attesa all'aeroporto per un viaggio no stress.

La convenienza e la velocità di questo servizio stanno aumentano a vista d’occhio e pertanto, gli aeroporti iniziano ad investire maggiormente. Non é infatti un caso che quest’anno, per la prima volta, la spesa IT abbia toccato il record di 9 miliardi di dollari.

Nello specifico, dalla ricerca SITA emerge che:

  • Il 91% degli aeroporti è provvisto delle macchinette per il self service check in
  • Il  51% è provvisto di servizi anche per il self check in bagagli
  • Il 31% offre punti informazioni automatici
  • Il 19% è provvisto di Self-boarding (no assistenza al gate)

WiFi e mobile investments

Anche i mobile investments continuano a crescere. Entro il 2019 più dell’80% degli aeroporti pianifica di offrire nuovi servizi ed app per cellulari per dare la possibilità di effettuare il check in, accedere ad informazioni su voli, ritardi e cancellazioni ed avere la possibilità di acquistare servizi aeroportuali direttamente online.

Contrariamente a quanto ci si potrebbe aspettare, l’offerta di WiFi gratuito negl’aeroporti non va di pari passo con l’offerta di servizi online ed app. Molti aeroporti, in particolare nel Nord America e nel Medio Oriente, si muovono verso un modello di accesso libero limitato e se oggi il 74% degli aeroporti garantisce ai passeggeri un servizio WiFi illimitato, tra tre anni questa percentuale scenderà al 54%.

Terrorismo e sicurezza

controlli di sicurezza all'aeroporto

Gli avvenimenti terroristici degl’ultimi anni hanno messo in allerta gli aeroporti di tutto il mondo ed in particolar modo quelli europei. I livelli di sicurezza aumentano sia nelle strutture che a livello virtuale, nei sistemi informatici. Prevenire i cyber attacks è diventata una priorità nell'agenda dei grandi aeroporti internazionali, preoccupazione condivisa anche dall’ACI che di recente è stata impegnata nel lancio di un nuovo strumento di IT Security Benchmarking.

Per il 59%  degli aeroporti gli investimenti sono stati stanziati dando priorità ai processi inerenti i passeggeri  e per il 50%, dando priorità alla sicurezza. Nel 2015 quest’ultima percentuale era nettamente inferiore, solo il 37% degli aeroporti infatti era coinvolto.

Congestione e traffico passeggeri

Nell'analisi mondiale sugli aeroporti,  si ci è concentrati anche sul problema del traffico aereo e del sempre crescente numero di passeggeri che spesso causa ritardi e problemi nella gestione dei servizi. Le misure adottate per affrontare e prevenire queste disfunzioni nei prossimi tre anni, riguardano la messa in funzione del CDM - Collaborative Decision Making. Questo sistema ha l’obiettivo d’incrementare l’efficienza delle operazioni aeroportuali lavorando sulla collaborazione e l’interazione  tra gli operatori stessi, al fine di ridurre i ritardi e meglio gestire le risorse dell’aeroporto.

Se è vero che  oggi un terzo degli aeroporti ha qualche forma di CDM locale, è anche vero che solo uno su 10 aeroporti ha lavorato alla sua implementazione per includere sistemi di gestione del traffico aereo (ATM). La priorità dei programmi di CDM sarà principalmente il cercare di mantenere la puntualità dell’ orario di partenza dei voli.

Tablet al personale per gestione imprevisti

Tra le tante innovazioni infine, si sta lavorando su sistemi per prevenire e minimizzare disaggi ai passeggeri in caso di  interruzioni e problemi con i voli. Entro il 2019, il 47% degli aeroporti prevede di fornire al personale tablet che abbiano accesso ad informazioni specifiche ed aggiornate e consentano di usufruire di strumenti che aiutino a gestire gli “eventi non programmati”. Il personale potrà cosi essere costantemente informato ed in contatto con gli altri membri e sarà possibile offrire un miglior livello di assistenza ai passeggeri nei momenti di difficoltà.

 

Il team di Volo In Ritardo.it