Torna alle notizie

EasyJet si lancia verso il futuro: aeromobili completamente elettrici e Wi-Fi a bordo


Le compagnie aeree sono sempre più sensibili al problema dell'alto tasso di inquinamento globale e stanno cercando di trovare dei metodi alternativi al carburante per ridurre l'emissione di sostanze dannose nell'aria. In un articolo precedente, avevamo parlato dell'iniziativa di British Airways di riciclare l'immondizia e creare un carburante eco-sostenibile. Ora anche EasyJet ha avviato un progetto che permetterà si sostituire completamente la benzina.

In questi ultimi giorni la compagnia aerea a basso costo ha stretto un accordo con la società americana Wright Electric, specializzata nella produzione di aerei elettrici. Fino a questo momento, erano stati prodotti solamente degli aerei a due posti che potevano percorrere brevi distanze. Dopo aver comprovato il successo di questi piccoli velivoli, il nuovo obiettivo è quello di produrre anche i primi aerei elettrici per scopi commerciali. EasyJet si è dimostrata interessata a questa innovativa proposta e sono già partiti i progetti per poter lanciare nel mercato entro i prossimi dieci anni i primi aerei ad energia elettrica per le tratte aeree non superiori alle due ore di viaggio. I primi modelli potranno contenere fino a 120 passeggeri e opereranno brevi distanze come Londra-Amsterdam o Londra-Parigi.

Più imminente, invece, sarà l'introduzione di un Wi-Fi gratuito a bordo. Per dare la sensazione ai passeggeri di viaggiare su un aereo a lungo raggio, sui cui di solito è possibile trascorrere le ore di viaggio guardando dei film sullo schermo situato sullo schienale del sedile di fronte, da quest'autunno arriva EasyJet Air Time, ovvero un servizio di intrattenimento a cui si potrà accedere senza costi aggiuntivi. Connettendo il proprio smartphone o tablet al Wi-Fi di bordo, si potranno guardare programmi televisivi e film, leggere uno degli audiolibri a disposizione o divertirsi con giochi interattivi. EasyJet Air Time sarà disponibile inizialmente solo su pochi aeromobili, ma entro la fine dell'anno il servizio verrà esteso a tutti i voli della compagnia.

 

Ti è piaciuto? Continua a leggere i nostri articoli nel nostro blog o seguici su Facebook, Twitter ed Instagram

Il Team di Volo In Ritardo.it