Torna alle notizie

È ufficiale: gli scioperi aerei non sono più circostanze eccezionali!

Negli ultimi tempi, gli scioperi aerei sono aumentati notevolmente. Avevano fatto molto scalpore le numerose cancellazioni dei voli Ryanair negli ultimi mesi del 2017 a causa dello sciopero dei piloti in protesta per le ferie non retribuite. Una situazione simile è accaduta anche questo aprile 2018, con il personale di Air France in sciopero per ben quattro volte in un solo mese. 

Fino a questo momento, non c’era ancora una vera e propria normativa nel regolamento europeo in materia di ritardi, cancellazioni ed imbarchi negati che proteggesse i diritti dei passeggeri aerei. In caso di sciopero, infatti, le compagnie aeree facevano riferimento ad una circostanza eccezionale, ovvero una situazione straordinaria per la quale il vettore non poteva ritenersi responsabile del disservizio aereo e quindi non era tenuto a pagare una compensazione ai viaggiatori.

È ufficiale: gli scioperi aerei non sono più circostanze eccezionali!

Ora, però, è ufficiale: grazie alla sentenza della Corte di Giustizia europea del 17 aprile 2018, i passeggeri hanno diritto al risarcimento previsto da Regolamento CE 261/2004 nel caso in cui il loro volo abbia un ritardo superiore alle 3 ore o venga cancellato a causa di uno sciopero del personale della compagnia aerea. Questa decisione è stata presa dopo aver valutato attentamente le richieste di rimborso dei passeggeri che si erano visti cancellare i propri voli per ben dieci giorni consecutivi, a causa dello “sciopero selvaggio” del personale della compagnia aerea olandese TUIfly nell’ottobre 2016. 

Se ti era stata negata la compensazione pecuniaria a causa di uno sciopero della compagnia aerea, con Volo-in-Ritardo.it potrai ottenere fino a 600€. I nostri esperti legali riapriranno la tua pratica di reclamo e lavoreranno per te fino all’ottenimento del risarcimento che ti spetta. Inserendo qui sotto i dettagli del tuo volo, scoprirai in pochi secondi se hai diritto ad un rimborso. 

 
 

Fai attenzione però: lo sciopero del personale aeroportuale, invece, è ancora considerato una circostanza eccezionale. 

Condividi articolo