Torna alle notizie

L’Antitrust ha avviato un’inchiesta sulla nuova politica bagagli Ryanair

Dal 1 novembre, per chi viaggia Ryanair non sarà più possibile portare a bordo un trolley senza costi aggiuntivi. Una nuova politica bagagli che ha fatto storcere il naso a molte associazioni per i diritti dei consumatori, e ora l'Antitrust è pronta a intervenire.

Le modifiche disposte per il bagaglio a mano

Mai più trolley inclusi nella tariffa base del biglietto, ecco cosa ha deciso la compagnia low cost n.1 d'Europa per trasporto passeggeri. Una decisione di cui già si parlava molto e che Ryanair renderà ufficiale dal primo novembre. Da quel giorno, i passeggeri del vettore irlandese non potranno più portare il classico trolley in cabina senza pagare un extra. Verrà concessa una modifica alla grandezza del primo bagaglio a mano, quello da allocare solitamente sotto il sedile di fronte, il quale potrà essere più grande del 40% (40x20x25cm).

Riguardo il "nuovo" secondo bagaglio, invece, il nuovo regolamento dice che se si acquista un biglietto Priority, Plus o Flexi Plus si può aggiungere al proprio volo un trolley, per un massimo di 55x40x20cm e 10kg, al costo di €6 al momento della prenotazione al costo, €8 se acquistato in un secondo momento. Acquistando un biglietto base, invece, il secondo bagaglio costa €8 al momento della prenotazione e €10 successivamente. Ecco nei dettagli le nuove disposizioni a cui dovrà attenersi chi viaggerà Ryaniar, se queste saranno considerate lecite.

 

Entra in gioco l’Antitrust

Se saranno ritenute lecite. Alcune associazioni in lotta per i diritti dei consumatori hanno segnalato il comportamento della compagnia aerea low cost come scorretto all’Antitrust. L’Autorità per la Concorrenza sembra aver accolto tali richieste e ha avviato un procedimento cautelare nei confronti di Ryanair affinché la nuova policy venga subito sospesa. Due sono le motivazioni sulle quasi si bassa questa decisione:

  • il bagaglio è da sempre considerato è un elemento essenziale del contratto di trasporto e quindi non è corretto richiedere ai consumatori il pagamento di un supplemento;

  • Ryanair mostrerebbe ai possibili viaggiatori un prezzo del biglietto molto più basso rispetto a quello dei concorrenti che può ritenersi in un certo modo ingannevole proprio perchè esclusivo del bagaglio a mano.

Attendiamo la risposta di Ryanair.

Due aironi che si beccano

 

Noi di Volo-in-ritardo.it siamo esperti del mondo dei viaggi. Con una profonda conoscenza dei diritti dei passeggeri e delle più importanti compagnie aeree mondiali, aiutiamo i viaggiatori come te a ottenere una compensazione per il loro volo in ritardo, cancellato o in overbooking. Sapevi che il tuo diritto alla compensazione ha una valenza di diversi anni dal giorno della tua brutta esperienza? Conosci meglio i tuoi diritti, oppure controlla gratuitamente il tuo volo.

Condividi articolo