I passaporti più potenti della Terra

 

Ecco la graduatoria dei cittadini più liberi di viaggiare in base alla potenza del loro passaporto. L’Italia è tra le prime posizioni.

classifica dei passaporti

C’è davvero una classifica per tutto. Quella che vi proponiamo in questo caso è senza dubbio speciale, perché, per certi versi, è indicativa della libertà più bella del mondo, quella di viaggiare.

È la classifica dei passaporti, che determina quali sono i passaporti più forti in base al numero dei territori di destinazione visitabili senza aver bisogno di un visto d’ingresso.

Infatti, per quanto tu possa essere uno spirito libero deciso e determinato, a volte la tua voglia di esplorare il globo potrebbe scontrarsi con alcune pratiche burocratiche determinate dalla tua nazionalità e dalla tua destinazione. Non sempre basta mettere un po’ di soldi da parte e afferrare il tuo passaporto, bensì potresti aver bisogno di un visto d’ingresso, detto anche visa, quel permesso rilasciato sotto forma di documento o di timbro direttamente apposto sul passaporto da uno Stato ai cittadini stranieri in visita e che ne determina lo scopo e il periodo del soggiorno.

Chi stila la classifica dei passaporti

Questa particolare graduatoria comprende 199 passaporti e dal 2006 viene stilata e aggiornata in tempo reale da Henley & Partners, la società leader nella consulenza di cittadinanza e residenza globale, in collaborazione con IATA (International Air Transport Association) l’organismo che detiene il più grande database di informazioni di viaggio al mondo.

Le destinazioni possibili sono 219, perciò il punteggio massimo è 218, mentre i passaporti analizzati sono quelli dei 193 Membri della Nato, più Taiwan, Kosovo, Palestina, Città del Vaticano, Hong Kong e Macao.

Ma quindi, quali sono i passaporti più forti?

Al primo posto troviamo quello rilasciato dal Giappone. I cittadini giapponesi, infatti, sono liberi di visitare ben 190 Paesi senza aver bisogno di alcun permesso. Al secondo posto c’è poi un altro stato insulare del continente asiatico, la Repubblica di Singapore, i cui cittadini possono entrare in 189 Paesi senza richiedere il visto. Il passaporto europeo più potente è invece quello tedesco, al terzo posto di questa insolita classifica, insieme a quello francese e a quello di un altro stato asiatico, la Corea del Sud: questi passaporti sono l’unica chiave d’accesso necessaria per 188 territori.

L’Italia e le superpotenze mondiali

E l’Italia? Eccola subito dietro questo trittico e ben accompagnata. Con il passaporto del Bel Paese possiamo goderci un soggiorno in ben 187 Stati senza preoccuparci di chiedere un’autorizzazione ufficiale. Accanto troviamo poi la Finlandia, la Svezia, la Spagna e la Danimarca.

Cercando tra le superpotenze mondiali spuntano subito gli USA, ben saldi al quarto posto, insieme fra le altre a Inghilterra, Paesi Bassi e Portogallo; la Russia è invece al 47° posto e la Cina al 71°. Per i loro cittadini sono rispettivamente  “solo” 119 e 74 i territori visitabili visa free.

visto d'ingresso

Gli ultimi posti

Chiudono invece la classifica l’Iran e l’Afghanistan, all’ultimo posto tra i 199 passaporti valutati, per loro sono solo 30 gli Stati visitabili senza richiesta di un visto d’ingresso.

 

 

Noi di Volo-in-ritardo.it siamo esperti del mondo dei viaggi. Con una profonda conoscenza dei diritti dei passeggeri e delle più importanti compagnie aeree mondiali, aiutiamo i viaggiatori come te a ottenere una compensazione per il tuo volo in ritardo, cancellato o in overbooking. Sapevi che il tuo diritto a richiedere un rimborso per queste brutte esperienze ha valenza retrattiva fino a 3 anni. No? Allora clicca qui e conosci meglio i tuoi diritti. Oppure clicca qui e controlla gratuitamente il tuo volo.